22 feb 2011

CARAVAGGIO A ROMA. UNA VITA DAL VERO (video integrale della visita di Egizio Trombetta)

Percorriamo insieme a Michele Nicolaci, un allievo di Alessandro Zuccari, l’itinerario proposto da in mostra meravigliosa: Caravaggio a Roma. Una vita dal vero. In programma al Palazzo della Sapienza (corso del Rinascimento, 40), Sala Alessandrina, Archivio di Stato di Roma. Il servizio offre il video integrale del tour e i commenti di Nicolaci.

Federica Papi, Francesca Curti, Antonella Cesarini, Daniela Soggiu, Orsetta Baroncelli, Patrizia Scopino e Daniele Balduzzi sono i nomi dei sette ricercatori che, guidati da Orietta Verdi e Michele Di Sivo, hanno riscritto la biografia caravaggesca. Eugenio Lo Sardo, il direttore dell’archivio, un anno fa lanciò un appello sul Sole24Ore:”Ci sono trenta libri da salvare e servono duemila euro a libro. Chi può mi aiuti”. E aiuto fu. Arcus, Federazione Italiana tabaccai, Land Rover Italiana, Eberhard, l’istituto del per il credito sportivo, Fondazione credito bergamasco, privati cittadini come Raffaele Schioppo, Giovanni Pezzola e Gianni Canuto hanno contribuito a mettere insieme una discreta sommetta: circa duecentomila euro, tre volte la cifra richiesta. Allora il buon Lo Sardo che fa? Ingaggia i sette ricercatori sopra menzionati, acquista le bacheche che serviranno alla mostra ora in corso e paga un mucchio di bollette arretrate. Un genio! E i ricercatori non hanno tradito le attese, anzi, hanno sbalordito tutti: hanno trovato i documenti che, come già detto, riscrivono la biografia di Caravaggio. In quale anno Merisi venne a Roma? Perché il pittore avrebbe demolito una parte del soffitto? E’ tutto spiegato in mostra. Caravaggio a Roma. Una vita dal vero, e con documenti alla mano…  Un ottimo Michele Nicolaci, ci guida, senza risparmiarsi attraverso il percorso di una mostra semplicemente straordinaria:“Il posto non è quello che di solito è abituato ad ospitare mostre – esordisce Michele .... VEDI IL VIDEO E L'ARTICOLO SUL BLOG DI EGIZIO TROMBETTA

19 feb 2011

Roma, 22 febbraio, ore 11: Proiezione in anteprima della docu-fiction di Rai Educational: "CARAVAGGIO A ROMA" - (il 24 febbraio su RAISTORIA e RAITRE)

"CARAVAGGIO A ROMA": il viaggio di un'anima per celebrare l'artista genio e' il tema della docu-fiction prodotta da Rai Educational in occasione dei quattrocento anni dalla morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio. 

L'appuntamento e' per martedi' 22 febbraio al cinema Madison di Roma (via Gabriello Chiabrera 121, ore 11.00 - ingresso libero).

''Caravaggio a Roma'' verra' successivamente riproposto giovedi' 24 febbraio da Rai Storia (ore 23.15) e Rai Tre (ore 00.40).

Il 18 luglio del 1610 sulla spiaggia di Porto Ercole moriva Michelangelo Merisi, per tutti il Caravaggio, pittore geniale che con il suo tratto cambio' per sempre la storia dell'arte mondiale ritagliandosi un posto nell'eternita'. 

Proprio per celebrare l'artista lombardo, a poco piu' di quattrocento anni dalla morte, Rai Educational presenta in anteprima la docu-fiction ''Caravaggio a Roma'', lavoro che prende le mosse dalla mostra organizzata alle Scuderie del Quirinale nel 2010.  Un documentario di un'ora (diretto da Rubino Rubini, direttore del Centro sperimentale di cinematografia di Milano con testo di Luigi Giuliano Ceccarelli, autore di documentari e film per la tv), diviso in due parti, che conduce lo spettatore nelle fibre di ogni singolo dipinto del maestro in un viaggio unico e irripetibile.  Nella prima c'e' la ricostruzione di ambienti e personaggi dell'epoca storica di Caravaggio (interpretato per l'occasione dall'attore Ivan Franek), a partire da un espediente narrativo: Michelangelo Merisi torna a Roma e visita la mostra che la citta' gli ha dedicato, percorrendo i saloni e rivisitando se stesso, i suoi ricordi, la sua vicenda artistica e umana.  Nella seconda parte la rassegna dei pareri di autorevoli esperti - da Claudio Strinati a Maurizio Calvesi, da Vittorio Sgarbi a Rossella Vodret, da Francesco Buranelli a Eugenio Lo Sardo - che aiutano a comprendere meglio il ''fenomeno Caravaggio'' nella storia dell'arte e non solo: una popolarita' rimasta immutata nel corso dei secoli.

Oltre alle caratteristiche contenutistiche e formali, ''Caravaggio a Roma'' si segnala per aspetti tecnici: girato con tecnologia di ripresa in 4K Red Vision, e' il primo prodotto realizzato dalla Rai ad altissima definizione.

A introdurre la proiezione lo storico dell'arte Claudio Strinati, la responsabile del progetto e conduttrice di Art News Maria Paola Orlandini, il regista Rubino Rubini.

In onda su National Geographic il 27 febbraio: "CARAVAGGIO, IL CORPO RITROVATO"

Il 27 febbraio andrà in onda sul canale NATIONAL GEOGRAPHIC di SKY il documentario "CARAVAGGIO:  IL CORPO RITROVATO" , sulle ricerce condotte sulle PRESUNTE spoglie di Michelangelo Merisi da Caravaggio. Come era prevedibile dal trailer emerge subito il netto approccio stile "CSI" o "COLD CASE", non avevamo dubbi che sarebbe andata così.... CLICCARE QUI PER VEDERE IL TRAILER VIDEO

ACCEDI ALLA PAGINA DI CARAVAGGIO400 DEDICATA AGLI ARTICOLI E AI RISULTATI SULLE RICERCHE DELLE SPOGLIE MORTALI DI CARAVAGGIO

17 feb 2011

Roma, dal 24 febbraio al 4 marzo: Mostra "L'INVENTORE DEL NERO" - Tributo a Caravaggio di artisti contemporanei

L'INVENTORE DEL NERO
Tributo a Caravaggio di artisti contemporanei
Variazioni sul Nero in omaggio al grande genio milanese. Il Nero come anima della modernità. Il lato oscuro della luna. Tecniche e mondi diversi a confronto. Da un’idea di Laura De Luca

Roma - Galleria La Pigna - Palazzo Maffei Marescotti - Via della Pigna, 13a - dal 24 febbraio al 4 marzo 2011

Inaugurazione: giovedì 24 febbraio ore 18.00 - Nel corso della serata, lettura scenica de L’Inventore del Nero di Laura De Luca, con Gabriele Parrillo nel ruolo di Caravaggio.

Opere di: Palma Bellardoni - Alison Brown - Cecilia Di Rocco - Gino Filippeschi - Marisa Gramola - Marco Iacobelli - Marussia Kalimerova - Tania Kalimerova - Carlo Marraffa - Paola Marzano - Meg Ellen Mason - Barbara Nardacci - Cecilia Natale - Vittorio Pavoncello - Edoardo Pinto - Enrico Pinto - Nicoletta Retico - Diego Romano Danilo Susi - Giuseppe Tricoli - Renata Vernaglia

12 feb 2011

Lectio magistralis su Caravaggio di Vittorio Sgarbi

Il video completo (suddiviso in 5 parti) di una lectio magistralis su Caravaggio tenuta da Vittorio Sgarbi la scorsa estate a Salsomaggiore Terme.

PRIMA PARTE:



Caravaggio a Roma nel 1596? La mostra "Una vita dal vero" recensita e raccontata da Tommaso Evangelista

Chi pensava che le celebrazioni del IV centenario della morte di Caravaggio, il pittore più inflazionato del Seicento, si chiudessero il 31 dicembre 2010, si sbagliava. Le manifestazioni seguiteranno anche nel 2011, e, date le recentissime scoperte archivistiche, è probabile si protraggano a tempo indeterminato anche le dotte discettazioni esegetiche. In altre parole il caso Caravaggio rimane aperto perché il grande pittore lombardo, quasi volesse burlarsi di tutti i suoi esegeti, ha acceso una nuova miccia, niente meno che nella cronologia dei suoi primi anni romani, con la conseguenza di avere sovvertito l'ordine delle opere che era stato cesellato in decenni di sottili ricostruzioni filologiche, stilistiche e storiche.  La destabilizzante notizia che la permanenza a Roma del pittore giuntovi «giovenaccio», non inizi allo scadere del 1592, ma probabilmente al principio del 1596, si desume da un documento scoperto nell'Archivio di Stato di Roma da Francesca Curti, oggi pubblicato integralmente in occasione della mostra che aprirà i battenti il 10 febbraio nella Sala Alessandrina dell'Archivio di Stato medesimo, intitolata «Caravaggio a Roma. Vita dal vero»..... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SUL BLOG "ENGRAMMI" di TOMMASO EVANGELISTA

15 febbraio: Conferenza "CARAVAGGIO IN SICILIA, IL PERCORSO SMARRITO"

Il libro Caravaggio in Sicilia – il percorso smarrito (Bonanno Editore 2008) fa luce sul soggiorno siciliano di Caravaggio, periodo mai sufficientemente approfondito, nel quale invece Michelangelo Merisi ha dipinto opere spesso troppo frettolosamente e banalmente descritte sulle basi di evidenze figurative che conducono a fraintendimenti ed a contraddizioni. Eppure le opere siciliane svelano la condizione creativa ideale nella quale si è trovato il pittore, ossia quella di non subire suo malgrado condizionamenti determinanti da parte della committenza. Un periodo cioè dove ha potuto esprimere tutto il valore del suo genio in una assoluta libertà creativa che gli ha consentito di produrre tangibili testimonianze della sua cultura e della sua arte.

Questo libro, risultato di ricerche d’archivio e studi durati alcuni anni, con il ritrovamento di documenti inediti che si sono rivelati essenziali, ricostruisce questo ultimo importante periodo della vita di Caravaggio. Evidenzia inoltre le condizioni ideali che hanno favorito l’altissima qualità delle sue opere, che venivano a confrontarsi in Sicilia con un contesto artistico culturale legato ancora alla cosiddetta “Maniera” e quindi arretrata di quasi un secolo rispetto al resto d’Italia e all’Europa dove la pittura di Caravaggio era già considerata, più che innovativa proprio rivoluzionaria. Evidenzia inoltre l’importanza della lettura dei profondi significati simbolici, già rilevati nelle precedenti opere, ma presenti anche in quelle siciliane insieme ad altrettanti inequivocabili riferimenti alla cultura dell’Isola....  APPROFONDIMENTI SUL SITO WEB DI ALVISE SPADARO

3 feb 2011

11 febbraio-15 maggio 2011: Roma, Sant'Ivo alla Sapienza: Mostra “CARAVAGGIO A ROMA: UNA VITA DAL VERO"

Sala Alessandrina , Palazzo della Sapienza (corso del Rinascimento, 40) - Archivio di Stato di Roma - 11 febbraio - 15 maggio , 2011 - Mostra

Nell’ambito delle iniziative realizzate per il IV Centenario della morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio (1571‐1610), l’Archivio di Stato di Roma dall’11 febbraio al 15 maggio 2011 promuove nella sede di Sant’Ivo alla Sapienza una mostra unica, di taglio assolutamente nuovo costruita su documenti originali, restaurati e conservati presso lo stesso Archivio, che svelano fatti salienti della vicenda umana e artistica del grande pittore e aspetti finora sconosciuti legati all’ambiente intellettuale, culturale e artistico frequentato dal maestro lombardo nel periodo vissuto a Roma.

Ideata e diretta da Eugenio Lo Sardo, a cura di Orietta Verdi e Michele Di Sivo la rassegna è costruita come una detective story, un’indagine sul campo dove quello che emerge è la vita vissuta dall’artista attraverso le sue parole, i suoi incontri, in un incredibile caleidoscopio di relazioni e una polifonia di voci che conducono il grande pubblico a conoscere da vicino gli episodi e le vicende della “vita dal vero” di Michelangelo Merisi durante il suo soggiorno romano (1595/96‐1606).

Grazie alle scoperte compiute da una task force di 7 giovani storici dell’arte, paleografi, archivisti e storici che hanno scavato lungo gli oltre 60 km di scaffali che compongono l’Archivio di stato, sono stati salvati dal degrado e restaurati oltre 30 volumi e effettuate ricerche che presentano novità sconvolgenti che riscrivono la biografia di Caravaggio.

Nella rassegna verranno esposti documenti originali inediti che attestano tra l’altro l’arrivo di Caravaggio a Roma all’età di 25 anni (e non a vent’anni come finora creduto) e la sua sistemazione presso la bottega di un pittore siciliano, Lorenzo Carli, che viveva con la moglie e i figli in via della Scrofa. Nel susseguirsi di aneddoti, testimonianze, ricostruzioni provenienti da registri, protocolli, piante originali dei luoghi, denunce, processi, querele, contratti d’affitto, sarà possibile ripercorrere la Roma che Caravaggio attraversò e toccò, rivivere l’atmosfera in cui era immerso in un confronto diretto tra testi e immagini, complementari nella ricostruzione del passato. La vita di Caravaggio in quegli anni sarà rappresentata lungo un itinerario espositivo che ci dà una straordinaria visione d’insieme dove ai documenti si affiancano alcuni quadri di pittori – amici, nemici, maestri e discepoli – e opere del Merisi o a lui attribuite di alto valore storico‐biografico.... CONTINUA A LEGGERE SUL SITO DEL MINISTERO DEI BENI CULTURALI